Perché Torino?


Il Nord Ovest: un territorio da sempre motore della filiera industriale italiana

 

SEPEM Industries


Secondo il Rapporto Rota 2019 Torino rimane oggi, con Bologna, la città metropolitana italiana maggiormente caratterizzata dall’industria (che impiega oltre un quarto degli addetti totali). L’area del capoluogo piemontese è tra le prime per densità di piccole e medie imprese del settore manifatturiero e rappresenta da sempre il crocevia del cosiddetto triangolo industriale.

Le regioni del Nord Ovest italiano rappresentano, con oltre 110 mila imprese attive, il 30 % della produzione manifatturiera nazionale.

Queste le ragioni per cui nel Febbraio 2021 la città diventerà la prima tappa di SEPEM Industries fuori dal territorio francese.

Source: Rapporto Rota 2019 / Studio Dirigenti Industria, Imprese e occupazione Nord Ovest

 

 

 

La manifattura italiana ad alta e medio-alta tecnologia è composta da 45.206 imprese, di cui solo il Nord Ovest ne ospita complessivamente il 41,6%.

Dal grande distretto automotive piemontese, guidato dal Gruppo Stellantis, al distretto aerospaziale torinese di Leonardo, GE Avio e Thales Alenia Space. Dai distretti di chimica, plastica e gomma a Milano, agli agroalimentari del cuneese e della Lombardia sud orientale, fino al distretto tessile di alta gamma della zona biellese.

SEPEM Industries

SEPEM Industries

 

Top 5 settori rappresentati

  1. AUTOMOTIVE
  2. AEROSPAZIALE
  3. AGROALIMENTARE
  4. MECCATRONICA
  5. TESSILE

Qualche impresa emblematica del territorio

Stellantis, Michelin, Magneti Marelli, Petronas, Comau, Kuka, Valeo, Prima Power, Oerlikon, Leonardo, GE Avio, Thales Alenia Space, Ferrero, Lavazza, Loro Piana, Miroglio e molti altri.